Impressioni da Cuyagua

IL VENEZUELA DEI GRANDI CACAO

Lo stato di Aragua raccoglie le più importanti e riconosciute località cacaotere venezuelane. Chuao, su tutte, considerata un tempo l’eldorado del cacao. Il cacao criollo coltivato in questa zona ha subito un severo processo di ibridazione ma questo cacao rimane ancora sufficientemente di qualità per essere messo in commercio anche se non possiamo più parlare di eccellenza.

Incontrare un cacao

Ma è a Cuyagua e nell’area confinante di Ocumare (che producono un cacao simile) che siamo diretti per incontrare un cacao che spesso raggiunge i mercati internazionali come una singola origine molto particolare di territorio ( Cuyagua appunto) ed è venduta con un premio molto elevato.

Un cacao importante con un gustoso aroma primario, note di panna, spezie, mandorla, marmellata di ciliegia. Ottimo bouquet floreale con sentori fruttati e di miele.

La caratteristica di queste località è che sono direttamente gestite dalle Comunidad Campesine che ricordano molto gli insediamenti di schiavi dal 6-700 e che ora ne hanno la proprietà. Cuyagua, Cata, Chuao, Cepe sono organizzate in questo modo . Con la deliziosa particolarità che a Cepe il potere è gestito dal Consejo de Mujeres!!!

Il viaggio organizzato da Cacao Mar per il progetto “I luoghi del cacao” di Compagnia serve a stabilire e siglare ufficialmente l’accordo con Maglio Arte Dolciaria per l’esclusiva del cacao di Cuyagua che è stato selezionato appositamente.

L’incontro con Felix Martinez (Presidente dell’Empresa Campesina di Cuyagua) e Venancio Martinez

Arriviamo con loro alla piantagione di circa 50 ettari posta a destra di un piccolo “rio”. Si attraversa a piedi bagnandosi un po’ oppure saltando da pietra in pietra come faccio io con una certa fatica. Una buona parte della piantagione è completamente pulita nel sottobosco e in una grande parcella sono presenti solo piante di Ocumare in purezza appena piantate. Vediamo un impianto di irrigazione primitivo ma efficiente. Sono presenti nella piantagione tutte e tre le tipologie di Ocumare 61, 67 e 77, pochissimo forestero Amelonado Legon riconoscibile dalle sua cabosse gialle piccole e tonde, un po’ di ibrido trinitario. Direi che nella totalià possiamo rilevare un 70 % di presenza di criollo.

Venancio Martinez

Nella bellissima piazzetta di Cuyagua con la sua chiesetta coloniale molto simile a quella di Chuao tutta la Comunidad è in festa per questo importante accordo con gli italiani che viene impreziosito anche da un’ esibizione di bambini che indossano i vestiti dei “diavoli danzanti”. Una serata di festa e di emozioni forti per un cacao di assoluta eccellenza.