I gelati con le origini di Domori al Sigep

Il lavoro del gelatiere Simone De Feo
Gelati con origini Domori di un gelatiere premiato dal Gambero Rosso

Simone De Feo con i gelati al cioccolato Domori 

La visita al Sigep di Rimini è sempre interessante. Domori quet’anno presenta due novità legate al suo marchio: una macchina compatta “bean to bar” prodotta da Tecno Tre e la degustazione dei gelati di Simone De Feo prodotti con le origini di Domori.

Ma il gelatiere De Feo è stato anche premiato insieme alla sua Cremeria Capolinea di Reggio Emilia  con i Tre Coni del Gambero Rosso. Nella guida delle Gelaterie d’Italia 2017 la Cremeria Capolinea è tra le 36 migliori gelaterie di tutta Italia.

La Cremeria Capolinea – guidata dal maestro gelatiere Simone De Feo –  realizza un gelato naturale, fatto con ingredienti selezionati, filiera corta e processi artigianali supportati dall’uso delle nuove tecnologie. La ricerca che la distingue nella selezione delle materie prime e nelle tecniche di ricettazione è dettata dalla curiosità e dal desiderio di  non seguire in modo dogmatico le ricette, ma trovare la propria strada per valorizzare sapori e prodotti.

Abbiamo degustato gelato al Morogoro, ad un origine di Costa d’Avorio chiamato Foresta di Go un Amelonado F2 (un incrocio fatto negli anni ’80 dai francesi), al Sur del Lago, all’Apurimac e alla gianduja fondente con il cacao Chuao.

Tutti gelati che rispettavano e presentavano con una certa corrispondenza il cacao d’origine con una menzione particolare al gelato fatto con il cacao africano della Costa d’Avorio.